I TUOI DIRITTI

In caso di overbooking ho diritto ad arrivare comunque a destinazione?

Sì, la legge tutela i cittadini nel caso la compagnia aerea venda più biglietti di quanti siano i posti disponibili. In caso di overbooking il passeggero rischia quindi di non poter partire, scoprendo il tutto solo al momento stesso della partenza. Pertanto, il passeggero "vittima" di overbooking potrà ottenere dalla Compagnia aerea inadempiente, oltre al rimborso delle spese dei pasti e della/e eventuale/i notte/i in albergo, un rimborso forfetario, calcolato in Euro, che varia in considerazione dei parametri 1) della distanza chilometrica di percorrenza e 2) del tempo intercorrente tra la partenza del volo cui non è stato consentito, come da contratto, l’accesso e il successivo in cui, il passeggero lasciato a terra, verrà effettivamente re-imbarcato. Tuttavia, il rimborso forfetario previsto dal Regolamento comunitario, non può essere considerato esaustivo laddove il viaggiatore riesca a provare di aver subito un danno ulteriore rispetto a quello forfetariamente risarcitogli.